English Russian Italian German Dutch Spanish French Finnish Swedish
Phone/fax:
+372 698 74 66

Construzione del serbatoio di stoccaggio

La costruzione del serbatoio di stoccaggio deve essere eseguita in conformità con il piano di progettazione dettagliato del quadro metallico e il piano di esecuzione del lavoro. Il piano di esecuzione del lavoro è il documento tecnologico di base nel corso dell'installazione del serbatoio dell'olio.

L'area del cantiere deve essere organizzata in conformità con il layout generale e deve includere le zone per il funzionamento e lo spostamento delle macchine per la movimentazione dei materiali, le aree di stoccaggio, le strade pioniere (temporanee), i locali necessari e i sistemi di utilità (elettricità, acqua, strutture di comunicazione) mezzi antincendio.

Prima della costruzione di un serbatoio di stoccaggio, è necessario completare tutte le opere connesse al piano interrato e alla sistemazione della fondazione. L'accettazione del seminterrato e delle fondamenta viene effettuata dal cliente ordinatore con i rappresentanti della società di costruzioni e dell'installatore, anche partecipanti. L'accettazione dello scantinato e della fondazione finiti è fissata nel documento corrispondente (certificato / atto di accettazione).

 

1. Piano di esecuzione dei lavori

I lavori di saldatura e assemblaggio vengono eseguiti in base al piano di esecuzione del lavoro per la costruzione del serbatoio di stoccaggio dell'olio. È il documento tecnologico di base, elaborato da un'organizzazione specializzata nella progettazione ingegneristica sulla base del progetto di strutture metalliche.

 Il piano di esecuzione del lavoro dovrebbe includere e fornire:

  • Piano generale del cantiere che prevede l'attrezzatura per la movimentazione dei materiali e il suo posizionamento;
  • Descrizione delle procedure, volte a fornire la necessaria precisione di assemblaggio e la stabilità dello spazio degli elementi del serbatoio nel corso dell'assemblaggio superiore e dell'installazione nella posizione del progetto;
  • Misure che forniscono la capacità portante degli elementi costruttivi durante l'erezione del serbatoio di stoccaggio;
  • Requisiti per la qualità dei lavori di saldatura e assemblaggio per ciascuna procedura di costruzione del serbatoio di stoccaggio dell'olio;
  • Tipi e portata delle misure di controllo per l'erezione del serbatoio di stoccaggio;
  • L'ordine delle procedure di collaudo del serbatoio;
  • Norme di sicurezza e norme di protezione del lavoro;
  • Requisiti di protezione ambientale.

Il piano di esecuzione del lavoro stabilisce l'ordine di installazione degli elementi del serbatoio dell'olio, compreso l'uso di strutture e attrezzature speciali. Il progetto prevede inoltre misure volte a fornire la necessaria precisione geometrica delle strutture del serbatoio e a ridurre il processo di deformazione derivante dalla perdita di restringimento delle cuciture di saldatura.

 Gli standard tecnologici per la saldatura, inclusi nel piano di esecuzione del lavoro, dovrebbero stabilire:

  • Requisiti per la preparazione dei bordi per la saldatura;
  • Requisiti per il montaggio dei giunti per la saldatura;
  • Metodi e regimi di saldatura;
  • Materiali di saldatura;
  • L'ordine delle procedure;
  • L'ordine di saldatura passa e saldatura di giunti;
  • Requisiti per il riscaldamento delle giunzioni a seconda della temperatura dell'aria e del tempo del -loro raffreddamento;
  • La necessità di una copertura di protezione nella zona di saldatura;
  • La necessità di un trattamento termico post-saldatura della giunzione;
  • Attrezzature e impianti tecnologici necessari per la costruzione di serbatoi di stoccaggio dell'olio;
  • Metodi e ambito di controllo delle cuciture di saldatura 

Il registro dei controlli operativi deve essere visto come la parte essenziale del piano di esecuzione dei lavori, in quanto stabilisce i requisiti per il controllo di qualità delle procedure di saldatura e assemblaggio.

2. Saldatura e altre procedure di costruzione di serbatoi di stoccaggio

2.1. REQUISITI GENERALI PER LA SALDATURA

Nel corso della costruzione di un serbatoio di accumulo, oltre che nella fabbricazione, i metodi di saldatura ad arco elettrico vengono utilizzati in uno dei seguenti modi:

  • Saldatura ad arco meccanizzata mediante elettrodo di consumo in gas di protezione;
  • Saldatura ad arco sommerso automatica;
  • Saldatura ad arco meccanizzata con filo animato autoserrante;
  • Saldatura ad arco meccanizzata con filo animato autoserrante in gas di protezione;
  • Saldatura ad arco manuale.

La saldatura viene eseguita nel corso dell'installazione secondo il Piano di esecuzione del lavoro, stipulando quanto segue:

  • I metodi più efficaci per organizzare i giunti di assemblaggio;
  • Materiali di saldatura;
  • La forma della preparazione degli elementi saldati;
  • Regimi di saldatura tecnologici;
  • Attrezzature e impianti tecnologici necessari;
  • Condizioni climatiche per l'esecuzione del lavoro.

Il coefficiente di forma della giuntura (passata) incorporata dovrebbe rientrare nei limiti tra 1.3 e 2.0. È consentito eseguire cuciture di saldatura tratteggiate in una sola passata nei giunti degli elementi del serbatoio che non influiscono sulla tenuta.

 Gli elementi tecnologici temporanei, saldati al serbatoio durante la produzione e l'assemblaggio, devono essere rimossi senza alcuna forza di impatto sugli elementi del serbatoio. I residui delle cuciture di saldatura vengono raschiati a filo con il metallo madre.

 2.2. L'ORDINE DI COSTRUZIONE DI SERBATOI DI STOCCAGGIO

La corretta organizzazione del lavoro e l'ordine delle operazioni di saldatura e assemblaggio sono essenziali a causa delle dimensioni dei grandi serbatoi e dei lunghi giunti di saldatura. L'installazione corretta del serbatoio consente di ridurre al minimo la sollecitazione residua, derivante dal restringimento delle saldature e di prevenire la distorsione dei fogli della struttura.

L'ordine di costruzione del serbatoio è il seguente:

  1. Assemblaggio del fondo
  2. Montaggio a parete
  3. Montaggio e saldatura del telaio del tetto e decking
  4. Installazione di boccaporti e tubi di derivazione
  5. Hydro-test
  6. Collegamento del tubo

 

3. Montaggio inferiore del serbatoio

3.1. METODO PIASTRA PER PIASTRA DI INSTALLAZIONE INFERIORE

Installazione del fondo del serbatoio (piastra per piastra)Se il fondo viene fornito dal produttore in piastre, viene assemblato nel modo seguente:

 Ci sono tronchi di 1 metro di lunghezza con sezione rettangolare o semicircolare, disposti a quadrati sulla fondazione installata e accettata (figura 14), l'area della sezione trasversale è di 0,1 × 0,1 m. È meglio fare la fila superiore dei quadrati di tronchi di 1,2-1,3 metri. L'altezza dei quadrati è pari a 0,8 m, per garantire la possibilità di saldare i giunti di flusso e catramare il fondo. Le linee centrali dei quadrati devono essere posizionate a non più di 3 metri di distanza l'una dall'altra, mentre la distanza tra le linee centrali delle file dei quadrati dovrebbe essere doppia rispetto alla larghezza dei fogli meno due larghezze delle cuciture inferiori ' modellare. Le schede (assi) sono disposte lungo i quadrati, il fondo è installato su di essi.

 I due elementi dell'anello inferiore - segmentale con il primo anello saldato del guscio e la parte centrale sono assemblati e saldati indipendentemente. Il giunto di saldatura, collegandoli insieme, la cosiddetta cucitura di "espansione" - viene saldato solo dopo l'installazione completa di ciascun elemento separato.

 Il montaggio della parte centrale del fondo inizia con la linea (zona) che conduce attraverso il centro del seminterrato del serbatoio. Quindi tutti i fogli inferiori del fondo sono assemblati nella direzione dal centro ai bordi. Le saldature di testa dei fogli sono incollate in 6-7 posizioni, i chiodi terminali si trovano a una distanza di 50 mm dai bordi e sono a filo. I giunti di testa vengono saldati dopo aver assemblato l'intera fascia. Le estremità dei giunti di 50 mm sono saldate a filo in modo da garantire il contatto stretto tra le fasce superiore e inferiore. Dopo aver saldato le fasce inferiori, le fasce superiori vengono assemblate e saldate allo stesso modo. La sovrapposizione tra le bande non deve essere inferiore a 50 mm.

 L'assemblaggio della parte centrale del fondo è iniziato dalle bande centrali. Sono sovrapposte e assemblate su saldature a punti, posizionate contemporaneamente in alto e in basso su entrambi i lati del pezzo ogni 250-300 mm nella direzione dal centro verso i bordi delle fasce. Per garantire la regolazione delle fasce della parte centrale del fondo, i bordi dei fogli di estremità vengono lasciati senza chiodi alla lunghezza di 750-800 mm nel corso del collegamento del fondo con l'anello segmentale.

La saldatura delle fasce viene eseguita con la cucitura di sovrapposizione dal centro della banda ai bordi, utilizzando la procedura backstep con la lunghezza del gradino di 200-250 mm. Inizialmente vengono saldate tutte le giunture sovrapposte superiori, quindi vengono successivamente saldate le giunture aeree inferiori. Successivamente, i giunti di testa delle fasce vengono saldati da una saldatura dall'alto.

 I fogli segmentali dei bordi sono assemblati su 10-12 supporti di appoggio, posizionati lungo il perimetro del seminterrato. L'anello segmentale è assemblato in modo da posizionare i due giunti di testa sulla linea centrale della fascia centrale e garantire che la distanza tra gli elementi dell'anello non superi 3-4 mm. Dopo un accurato controllo dei parametri orizzontali dell'anello segmentale, le saldature di testa sono incollate alle estremità dei giunti; l'interno è lasciato senza chiodi in modo da avere la possibilità di livellare l'anello segmentale in posizione strettamente orizzontale in caso di distorsione nel corso delle procedure di saldatura.

 Prima del montaggio del giunto ad angolo inferiore è importante saldare le parti dei giunti di testa dei segmenti, su cui è posizionato il giunto ad angolo. La saldatura viene eseguita in due strati, raschiando le scorie e saldando indietro le giunture. Le perle sono tagliate con scalpellatura scheggiante a filo con la superficie dei fogli dell'anello segmentale.

 Dopo aver tracciato due linee guida circolari sull'anello segmentale, che corrispondono ai diametri interno ed esterno dell'angolo di circonferenza, la prima sezione angolare viene installata e saldata a punti. L'adattamento viene eseguito lungo il perimetro del cerchio esterno dal centro dell'angolo alle estremità ogni 500-600 mm in aree lunghe 30-40 mm. Le estremità della sezione angolare sono lasciate senza chiodi alla lunghezza di 600-700 mm per garantire la possibilità di una facile regolazione delle altre parti. Le altre sezioni angolari sono assemblate su entrambi i lati del primo. Sono installati con la sovrapposizione di 3 mm, dopo di che vengono saldati di testa. Quindi le sezioni allegate sono regolate dalle linee guida con puntine all'anello segmentale dai giunti di testa alle estremità libere. La sezione finale, che non è lunga meno di 1 m, viene regolata e tagliata in loco. Il pannello verticale dell'angolo deve essere rigorosamente perpendicolare all'anello segmentale. Il primo foglio del primo anello viene installato sull'anello segmentale in posizione rigorosamente verticale dopo aver scheggiato i bordi negli angoli inferiori all'altezza del blocco d'angolo e ad una profondità di 1 mm per consentire successivamente la saldatura del giunto di testa al pannello verticale di il blocco d'angolo. Il primo foglio viene contemporaneamente saldato a punti sia sull'anello segmentale sia sull'angolo in ordine di scacchiera dal centro del foglio ai bordi ogni 400-600 mm in aree lunghe 40-50 mm. Le estremità del primo foglio vengono lasciate senza punte alla lunghezza di 600-700 mm per garantire la possibilità di una facile regolazione degli altri fogli. Gli altri fogli del primo anello sono installati su entrambi i lati del primo foglio con uno spazio di 2-3 mm tra i fogli e il collegamento dei bordi. La saldatura a punti inizia dal giunto di testa con il primo foglio, i chiodi sono realizzati in 4-6 posizioni, ciascuno lungo 60-75 mm. Quindi la saldatura a punti viene eseguita lungo il bordo inferiore dei fogli dai giunti di testa saldati a punti alle estremità libere. Il foglio finale del primo anello viene regolato e tagliato in loco.

 La saldatura del fondo, assemblata in questo modo, e il primo anello del serbatoio vengono eseguiti nel seguente ordine:

  1. Tutti i giunti del primo anello sono saldati all'altezza di 200-300 mm dall'anello segmentale e a 50 mm dal bordo nella parte superiore, a filo con la superficie dei fogli per garantire il contatto stretto dei fogli del secondo anello nel corso della successiva installazione.
  2. Tutte le cuciture circolari sono saldate: il primo anello è saldato all'anello segmentale mediante doppia cucitura, dopodiché l'angolo di circonferenza è saldato da una singola cucitura: prima sull'anello segmentale, quindi sul primo anello del serbatoio.
  3. I giunti di testa degli elementi ad anello segmentario vengono controllati e sottosquadro (se necessario) per eliminare l'ondulazione e installare spazi vuoti di 3-4 mm, dopo di che i giunti di testa vengono saldati con saldatura posteriore e rinforzo con cinghie di lamiera d'acciaio acciaio 8-10 mm di spessore. Allo stesso tempo, i giunti di testa dell'angolo di circonferenza sono rinforzati da un perno di saldatura in acciaio ad angolo.

Prima di saldare la parte centrale del fondo con il bordo segmentato, vengono pianificati i bordi dei giunti delle fasce inferiori, tagliati con uno spazio di 2-3 mm, incollati e quindi saldati con saldatura posteriore. Quindi vengono progettate le estremità delle fasce superiori, tagliate con una sovrapposizione non inferiore a 30 mm, saldate prima sui bordi paralleli e poi sull'anello segmentale. La saldatura viene eseguita nello stesso ordine della virata. Le operazioni di saldatura nei punti di incrocio delle cuciture devono essere eseguite esclusivamente da saldatori altamente professionali.

 3.2. ASSEMBLAGGIO FONDI A BOBINA

Installazione inferiore arrotolata del serbatoio

I fondi dei serbatoi con capacità di carico fino a 2000 m³ e fino a 12 m di diametro, di norma, sono completamente saldati nel sito di produzione e arrotolati. La bobina viene quindi arrotolata al seminterrato in modo da garantire che il centro della bobina sia posizionato lungo la linea centrale del seminterrato. I fondi di serbatoi più grandi, con un diametro superiore a 12 m, non possono essere caricati completamente sul carro aperto, lungo 13,66 m. Sono costituiti da più parti, poste l'una sull'altra durante l'avvolgimento.

 La bobina con il fondo, composta da due parti, è posizionata sul seminterrato in modo da prevedere che la prima metà del fondo, che è il coperchio esterno della bobina, verrà installata nella posizione prevista dopo lo svolgimento. In questo caso la seconda metà del fondo verrà messa sulla prima.

 I pannelli, che fissano la bobina, vengono tagliati con ossigeno, dopodiché la bobina viene aperta quando il cavo della fune viene allentato. Nel caso in cui la bobina non si svolgesse spontaneamente (sotto l'influenza delle forze elastiche), l'ulteriore srotolamento viene effettuato con l'aiuto del trattore del camion o del verricello di trasporto. Quando la bobina è completamente srotolata, il centro del bordo circolare del mezzo fondo superiore ha una staffa saldata su di essa, progettata per fissare l'estremità della fune per spostare la seconda parte del fondo nella posizione di progetto con il trattore del camion o trasportare argano. Quindi il giunto di testa delle due metà del fondo viene assemblato per la saldatura. Viene sempre eseguito con una sovrapposizione. È fissato con saldature a punti dal centro del fondo ai bordi, premendo saldamente entrambi i pannelli.

Installazione inferiore arrotolata del serbatoio Se il fondo viene assemblato da tre pannelli a strisce successivamente arrotolati, la prima bobina viene spiegata nella posizione di progetto, quindi viene caricata sulla slitta insieme alle altre due e vengono spostate dal trattore del camion in un modo, consentendo di srotolare la seconda spellare il pannello nella posizione del progetto. Successivamente, l'ultima bobina viene nuovamente caricata sulla slitta e trasportata sull'altro lato del seminterrato per srotolare la terza.

 Le figure 7-13 mostrano l'ordine delle operazioni di assemblaggio per il fondo a spirale di un serbatoio con una capacità di carico di 400 m³.

 3.3. ESTREMI DEVIAZIONI DI DIMENSIONI E FORME DEL FONDO INSTALLATO

Indipendentemente dal metodo di installazione inferiore, le deviazioni delle sue dimensioni e forma non devono superare le seguenti velocità:

 

-L'altezza massima consentita dei rigonfiamenti e delle fibbie locali nella parte centrale del fondo è determinata dalla formula: f ≤ 0,1R ≤ 80 mm, dove f rappresenta il puntatore massimo - сarrow ammaccature di una massa o un rigonfiamento sul fondo, mm; R rappresenta il raggio del cerchio inscritto in qualsiasi area di una massa o di un rigonfiamento, mm. Non sono ammessi tagli (pieghe) taglienti e rughe.

  • Deviazioni locali dalla forma pianificata nelle zone delle saldature radiali del cerchio dei bordi (angolarità): ± 3 mm (le misurazioni vengono eseguite con il motivo con base da 200 mm).
  • L'aumento dei bordi nella zona di connessione con la parte centrale del fondo è determinato dalla formula:
  • fa ≤0,03L per diametro inferiore inferiore a 12-25 m;
  • fa ≤0,04L per diametro inferiore inferiore a 25 m, dove fa - l'altezza del bordo del bordo, mm, L - la larghezza del bordo, mm.
  • Il punto del profilo esterno del fondo:

Serbatoio vuoto:

Diametro del serbatoio

   12 m 12-25 m 25-40 m 40 m
The difference between the marks of the neighboring pixels at a distance of 6 m along the perimeter 10 mm 15 mm 15 mm 20 mm

Differenza di voti di qualsiasi altro punto

20 mm 25 mm 30 mm 40 mm

 

Serbatoio pieno d'acqua: Diametro del serbatoio
  12 m 12-25 m 25-40 m 40 m

La differenza nei segni dei punti vicini a una distanza di 6 m attorno al perimetro

10 mm 15 mm 15 mm 20 mm

Differenza di voti di qualsiasi altro punto

20 mm 25 mm 30 mm 40 mm

3.4. TRATTAMENTO PREVENTIVO DELLA CORROSIONE DEL FONDO:

Dopo un'accurata pulizia della superficie inferiore del fondo con spazzole metalliche, viene applicato un fresco strato di fondo: uno strato sottile di primer (una soluzione di pece di stearina in benzolo o bitume in benzina).

 Dopo che il primer si asciuga, il fondo viene coperto con due strati di bitume caldo aggiunto con materiale di riempimento, come avviene nel corso dell'isolamento delle tubazioni.

 Per garantire l'applicazione della mano su tutta la superficie del fondo, i quadrati vengono sostituiti da una posizione all'altra.

4. Costruzione e saldatura di una parete del serbatoio

4.1. MONTAGGIO DEL GUSCIO SERBATOIO PER METODO PIASTRA PER PIASTRA:

Assemblaggio del guscio del serbatoio (piastra per piastra)Assemblaggio del guscio del serbatoio (piastra per piastra)Assemblaggio del guscio del serbatoio (piastra per piastra)Assemblaggio del guscio del serbatoio (piastra per piastra)

Questo metodo implica l'assemblaggio del guscio a partire dal 1 ° anello con successiva installazione delle piastre del guscio nelle posizioni pianificate nella direzione verso l'alto dagli anelli.

 Durante l'utilizzo di questo metodo di assemblaggio è importante:

  • Per assemblare le piastre del 1 ° anello tenendo conto delle deviazioni estreme, stabilite nel Piano di Esecuzione del Lavoro;
  • Per fissare insieme le piastre del guscio tra loro e con le piastre inferiori con l'aiuto di strumenti di assemblaggio;
  • Per montare i giunti di testa verticali e orizzontali del guscio con spazi previsti per la saldatura.
  • La resistenza allo stress del vento è fornita dall'installazione di rinforzi e anelli di irrigidimento temporanei.

 Prima della saldatura a punti, gli elementi collegati devono essere premuti l'uno con l'altro con diversi strumenti di spinta. Non è consentito premere attraverso (come nel caso dei bulloni di montaggio).

 4.2. INSTALLAZIONE DI UN MURO A SPIRALE: 

 

Installazione di un muro a spiraleInstallazione di un muro a spiraleInstallazione di un muro a spiraleInstallazione di un muro a spirale

L'installazione di un guscio arrotolato viene eseguita in quattro fasi:

  • sollevare il guscio arrotolato in posizione verticale;
  • uncoiling il pannello della shell;
  • formatura delle aree terminali del pannello a conchiglia;
  • assemblaggio del giunto di testa del guscio.

 

Assemblaggio e saldatura di una parete del serbatoio verticale

Nel caso in cui sul cantiere sia disponibile una gru a bandiera con la necessaria capacità di carico (bruco cingolato o pneumatico), la bobina del guscio viene scaricata sul fondo da questa gru. Nel caso in cui la gru non possa essere fornita, la bobina viene fatta rotolare da un trattore o trasportando un argano sopra le traverse o i tronchi, fissati da crampi da costruzione.

 Il movimento congiunto della bobina e del pallet nel corso di srotolamento è fornito da barre angolari - limitatori, che sono saldati al pallet lungo il suo profilo circolare in modo da garantire che queste barre angolari rimangano all'interno della bobina dopo che è stata sollevata su. L'installazione della bobina dalla posizione orizzontale a quella verticale avviene tramite il metodo di rotazione, simile a quello delle torri di sollevamento. Lo speciale giunto rotante, saldato sul fondo e fissato alla bobina con una fascia di bloccaggio, consente la rotazione della bobina e impedisce danni al bordo inferiore. Per evitare urti della bobina e del fondo dopo aver superato il "punto morto", è possibile collegare una linea di tirante del freno della fune al bordo superiore della bobina, l'altra estremità della linea di tirante è fissata al verricello tamburo o al trattore del camion. Il "punto morto" è la posizione, in cui il baricentro della bobina e la linea centrale del giunto rotante di supporto coincidono lungo la linea verticale. Quando la bobina raggiunge la posizione vicino al "punto morto", il tirante viene tenuto stretto. Dopo che la bobina ha superato il "punto morto", viene sollevata sul pallet dalla linea del freno. C'è anche la possibilità di sollevare la bobina con una gru. La continuità del fondo nel corso delle operazioni della gru viene mantenuta con l'aiuto della disposizione del decking a croce. Tuttavia, quando il peso netto di una bobina è pari a 30 tonnellate e l'altezza è di circa 12 m, saranno necessarie gru ad alta capacità di carico, che non sono sempre disponibili in cantiere.

 

Assemblaggio e saldatura di una parete del serbatoio verticale

Quando si corda la bobina da sotto la capacità di carico della gru è sempre maggiore dello sforzo, caricato sul gancio, che è la condizione di base della sicurezza delle operazioni di sollevamento. Quando si solleva la bobina in alto, la capacità di carico della gru nelle fasi finali diventa inferiore allo sforzo caricato sulla gru, vale a dire che porta a un sovraccarico e quindi non deve essere consentito. La bobina, installata sul pallet, è legata con un anello di fune e spostata da un trattore per camion sul bordo del fondo in una posizione, assicurando che il bordo di chiusura con il rinforzo fisso resti di rinforzo e la scala sia posizionata nel previsto posizione. Per amor di ciò, il centro del fondo viene contrassegnato dopo la saldatura, quindi il cerchio viene disegnato dal centro, il cui raggio è uguale al raggio esterno dell'anello inferiore dell'involucro del serbatoio. Le barre angolari sono saldate uniformemente lungo il cerchio disegnato a una distanza di 1 m l'una dall'altra. Queste barre angolari servono come bracci di appoggio mentre la bobina è srotolata. Successivamente i pannelli, impedendo lo svolgimento della bobina, vengono tagliati con ossigeno, utilizzando la scala sul rinforzo di rinforzo, i passanti della fune rimangono stretti. La parte superiore del tutore di sospensione è inizialmente non fissata in direzione radiale con due linee di connessione. Mentre il circuito viene facilmente rimosso, la bobina viene srotolata con forze elastiche che sono comparse nel corso del suo avvolgimento. Il bordo esterno libero della bobina viene premuto saldamente fino all'arresto dell'angolo e saldato a punti sul fondo.

 Prima dell'installazione del pannello di chiusura è necessario rimuovere la scala dell'albero che funge da telaio per l'ultima bobina del guscio. Le barre angolari - i limitatori vengono tagliati dal pallet e viene estratto. Il bordo di chiusura inferiore (libero) della bobina viene temporaneamente saldato al fondo, dopo di che vengono tagliati i giunti di saldatura, fissando il bordo verticale ai supporti del telaio della scala. La scala libera viene estratta da una gru attraverso un portello nella copertura. Il giunto di testa di assemblaggio del guscio è solitamente saldato con sovrapposizione. Per garantire ciò, il bordo inferiore del guscio viene rilasciato dalla virata verso il fondo, dopo di che viene tirato verso il bordo iniziale del guscio, premuto saldamente lungo tutta l'altezza con dispositivi di serraggio, quindi il pannello di chiusura del tetto è installato. Quindi la copertura (solo sferica) viene rimossa, il supporto temporaneo viene rimosso attraverso la corona, il pannello centrale del tetto viene posizionato e saldato. Durante lo svolgimento del guscio a spirale e dei pannelli di copertura è necessario verificare la deviazione del guscio dal segno verticale, che non può superare 90 mm per tutta la sua altezza.

4.3. ESTREMI DEVIAZIONI DI DIMENSIONI E FORME DELLA CALOTTA INSTALLATA:

Indipendentemente dal metodo di produzione e installazione delle pareti, le deviazioni delle sue dimensioni e forma non devono superare i seguenti tassi, stabiliti nella tabella:

Nome del parametro e note:

 

Deviazione limite, mm, se il diametro del serbatoio

 

12 m

12-25 m

25-40 m

40 m

Diametro interno di 300 mm dal basso (misurato in quattro dimensioni sotto un angolo 45)

0,005r

0,003r

0,002r

0,0015r

L'altezza del muro:

  •  fino a 12 metri, compreso:
  •  da 12 a 18 m:
  •  più di 18 m:

(misurato in quattro dimensioni sotto un angolo 45)

±20

±30

±40

Formazione di imbardata all'altezza di ciascuna zona (N è la distanza dal fondo al punto di misurazione). La misurazione viene eseguita non meno di una volta ogni 6 m attorno al perimetro delle pareti nell'intervallo di 50 mm sotto le cuciture orizzontali.

±1/200 h

Deviazione locale dal modulo del progetto. Le misure sono cremagliera verticale o modello orizzontale, eseguite sul progetto fino al raggio della parete.

±15

Deviazioni locali dalle forme del progetto nelle aree delle giunzioni saldate dell'Assemblea (angolari). Le misure vengono eseguite modello, realizzato sul progetto al raggio del muro.

In conformità con i requisiti del progetto KM

 

5. Installazione del tetto del serbatoio e del pontone

5.1. INSTALLAZIONE DI TETTI FISSI.

Installazione di tetti fissi di serbatoi di stoccaggioInstallazione di tetti fissi di serbatoi di stoccaggioInstallazione di tetti fissi di serbatoi di stoccaggioInstallazione di tetti fissi di serbatoi di stoccaggio

 A seconda dello schema di costruzione di un tetto fisso, viene eseguita una delle seguenti procedure:

  • Installazione di tetti conici e sferici a telaio - con il supporto centrale;
  • Installazione dall'alto, senza supporto centrale: questo viene applicato per tetti conici e sferici senza cornice e per tetti conici e sferici con cornice con elementi separati di struttura e piano di calpestio;
  • Installazione dall'interno del serbatoio, senza il supporto centrale; questo viene applicato per tetti con elementi separati di struttura e decking;
  • Installazione di tetti sferici incorniciati all'interno del serbatoio con successivo sollevamento nella posizione prevista.

Nel corso dell'elaborazione della tecnologia per l'installazione dei tetti è essenziale considerare il carico di assemblaggio sul tetto nel suo insieme e sui suoi elementi costruttivi. Potrebbe essere necessario installare travi di rinforzo temporanee, fascette e altri dispositivi, progettati per prevenire la deformazione.

 I contrassegni di altezza del pannello centrale e dello stand di montaggio su serbatoi con tetto sferico incorniciato devono essere determinati tenendo conto dell'altezza e della campanatura pianificate, stabilite dal progetto di progettazione.

 Le deviazioni estreme delle dimensioni e della forma del tetto installato non devono superare le seguenti velocità, stabilite nella tabella:

 

Nome del parametro e note

deviazione limite, mm, se il diametro del serbatoio
  12 m 12-25 m 25-40 m 40 m

Il segno della parte superiore dei tetti conici e sferici (le misure vengono eseguite attraverso il tubo di diramazione centrale)

±30 ±50

La differenza tra i segni nodi adiacenti in cima a radiale e travi:

  • nella zona di interfaccia con la shell:
  • nella zona di interfaccia con lo schermo centrale:
  • nella zona di giunzione delle travi radiali dei tetti sferici:
20
10
15

Deviazione dal raggio di progettazione dei tetti sferici. Spazio tra il modello e la superficie curva (le misurazioni vengono eseguite su ciascun raggio radiale e traliccio).

5,0

5.2. INSTALLAZIONE DI TETTI E PONTOON GALLEGGIANTI

Un pontone o un tetto galleggiante è installato sul fondo del serbatoio dopo che è stato assemblato e controllato per essere a prova di perdite.

 Le deviazioni estreme delle dimensioni e della forma del tetto installato non devono superare le seguenti velocità, stabilite nella tabella:

Nome del parametro e note deviazione limite, mm, se il diametro del serbatoio
  12 m 12-25 m 25-40 m 40 m

Segna il bordo superiore del foglio dell'anello esterno (scheda):

  • la differenza tra i segni dei pixel vicini a una distanza di 6 m sul perimetro:
  • la differenza tra i segni degli altri punti:
30
40

Deviazione del foglio dell'anello esterno dall'altezza verticale del foglio (le misurazioni vengono eseguite almeno ogni 6 m lungo l'intero perimetro)

±10  

Guide di deviazione dalla verticale all'intera altezza delle guide N, mm, nelle direzioni radiale e tangenziale

1/1000 Н
   
Lo spazio tra il bordo superiore del foglio dell'anello esterno e la parete della nave (dimensione trascorsa ogni 6m sul perimetro. Posizione - pontone in basso) 10  
Lo spazio tra l'invio e il tubo in un pontone o un tetto flottante (posizione - pontone in basso) 15
Deviazione dei supporti dalla verticale quando poggiati su di essi pontone o tetto galleggiante 30

Installazione del tetto del serbatoio e del pontone

6. Installazione di piastre di passaggio e tubi di raccordo

Installazione di piastre di passaggio e tubi di raccordo

Contrassegnando le posizioni pianificate per l'installazione di piastre di passaggio e l'installazione di tubi nel guscio del serbatoio, è essenziale soddisfare i requisiti relativi alle distanze consentite tra i giunti di saldatura.

 La distanza tra il bordo esterno delle piastre di rinforzo e la linea centrale dei giunti di testa orizzontali del guscio non deve essere inferiore a 100 mm. La distanza dalla linea centrale dei giunti di testa verticali della parete o tra i bordi esterni delle due piastre di rinforzo vicine dei tubi di raccordo non deve essere inferiore a 250 mm.

 È consentito coprire trasversalmente il giunto orizzontale della parete con un foglio di rinforzo del tubo di raccordo di erogazione dell'aspirazione o la piastra di passaggio di accesso nell'area non inferiore a 150 mm dal profilo della piastra di rinforzo. La parte coperta dell'articolazione deve essere controllata mediante metodo radiografico.

 Durante l'installazione dei tubi di raccordo e delle piastre di passaggio sul serbatoio, le posizioni sulla parete e sul tetto devono essere controllate secondo la tabella:

nome del parametro deviazioni limite
  portelli ugelli
Segna l'altezza dell'installazione ±10 mm ±6 mm
La distanza dalla superficie esterna della flangia alla parete della nave ±10 mm ±5 mm
Ruotare gli assi principali della flangia sul piano verticale ±5° ±5°

 

7. Controllo qualità e test

7.1. METODI DI CONTROLLO DI QUALITÀ DEI GIUNTI DI SALDATURA NEL CORSO DEI LAVORI DI MONTAGGIO

Controllo di qualità dei giunti di saldaturaControllo di qualità dei giunti di saldaturaControllo di qualità dei giunti di saldaturaControllo di qualità dei giunti di saldatura

Il controllo di qualità dei giunti di saldatura nel corso della costruzione del serbatoio dovrebbe implicare:

  • L'uso di metodi di saldatura, modalità e ambito di controllo dei giunti di saldatura, applicabili al livello di importanza del serbatoio;
  • L'uso di procedure e materiali di saldatura tecnologici efficaci secondo le disposizioni del piano delle strutture metalliche e del piano di esecuzione del lavoro;
  • Realizzazione di supervisione tecnica e progettuale.

La tabella contiene informazioni sui metodi di controllo della qualità dei giunti di saldatura, applicabili in base all'elemento controllato del serbatoio:

Zona di controllo Metodo di controllo

visivo e di misurazione

vuoto

radio ultrasonico

capillare (colore)

sovrapressione

PARTE INFERIORE

Giunti inferiori

+ + - - - -
Giunti inferiori ad una distanza di 250 mm dal bordo esterno + + + - - -
CARCASSA

Giunti verticali della 1a e 2a zona

+ - + - -

Unioni verticali delle restanti zone

+ - + - -

Giunti orizzontali

+ - + - -

Mirino di giunti verticali e orizzontali

+ - + - - -

Giunti di derivazione da tubo a guscio

+ + - + - -

Giunto tra un collare di un tubo di derivazione (tratteggio) e 1 m una cintura di un guscio

+ - - - + +

Giunto tra un collare di un tubo di derivazione (boccaporto) e un muro (ad eccezione della 1a cintura)

+ - - - - +

Giunti radiali di anelli di irrigidimento

+ - - - - +

Macchie di rimozione dei dispositivi di assemblaggio, giunti saldati di elementi strutturali dopo il loro trattamento termico

+ - - - + -

Giuntura dal basso al guscio

+ + - - -

TETTO

Giunti radiali dell'anello di supporto

+ - - + - -

Giunti di copertura, schermi di copertura

+ + - - - +

Diramazioni tra tubo e tetto

+ + - - - -

TETTO GALLEGGIANTE

Giunti di scatole (scomparti) e prese di rack

+ - - - - +
Giunti della parte centrale + + - - - -
Diramazioni tra tubi e tetto + + - - - -
1 permesso l'uso di test ad ultrasuoni
2 permesso l'uso della radiografia
3 ripartizione del controllo «gesso-cherosene» reggono la giuntura di saldatura dal lato interno

L'ambito del controllo fisico dei giunti di saldatura (in percentuale rispetto alla lunghezza del giunto) dell'involucro del serbatoio, a seconda della classe di rischio del serbatoio, deve corrispondere ai requisiti della tabella:

VOLUMI DEL CONTROLLO FISICO dei GIUNTI SALDATI del SERBATOIO, in% della lunghezza della cucitura
Zona di controllo classe di pericolo
  IV III II I
    1 000 – 10000m³  10000 –20000m³     
Collegamenti saldati verticali:
nelle zone 1-2 20% 25% 50% 100% 100%
nelle zone 3-4 5% 10% 25% 50% 100%
nelle zone 5-6 2% 5% 10% 25% 50%
le zone sopra il 6 - - 5% 10% 25%
Saldature orizzontali:
 nelle zone 1-2 3% 5% 10% 15% 20%
 nelle zone 3-4 1% 2% 5% 5% 10%
 nelle zone 5-6 - - 2% 2% 5%
in altre zone - - - 2% 2%

Mentre si scelgono le aree di controllo, l'attenzione prevalente dovrebbe essere prestata alle aree di attraversamento delle articolazioni.

 I giunti di testa di assemblaggio dei serbatoi installati con metodo a spirale con una capacità di carico da 1000 m³ e oltre devono essere controllati su tutta la lunghezza dei giunti.

 I risultati dei test e del controllo di qualità dei giunti di saldatura sono fissati in certificati e atti e rappresentano i supplementi essenziali ai documenti per il serbatoio.

7.2. PROVE FINALI DOPO LA COSTRUZIONE DEL SERBATOIO DI STOCCAGGIO DELL'OLIO

La fase finale del test del serbatoio è la prova di pressione idraulica, intesa a verificare la tenuta dei collegamenti e la durata della costruzione nel suo complesso.

 I serbatoi con tetto fisso senza pontone sono inoltre soggetti a pressione aggiuntiva e relativa pressione dall'interno.

 La tabella seguente indica le prove che devono essere eseguite per serbatoi di diversi tipi (1 - serbatoi con tetto fisso senza pontone, 2 - serbatoi con tetto fisso e pontone, 3 - serbatoi con tetto galleggiante).

tipo di test 1 2 3
1 Test a tenuta stagna + + +
2 Prova di resistenza del corpo del serbatoio sotto carico idrostatico + + +
3 Prova di tenuta della pressione dell'aria di un tetto fisso + - -
4 Testare la stabilità del corpo del serbatoio creando una relativamente rara funzionalità all'interno del serbatoio + - -
5 Prova di galleggiamento del tetto galleggiante - + +
6 Test delle prestazioni della scala mobile - - +
7 Verifica della stabilità della base del serbatoio con la determinazione del tiraggio assoluto e irregolare lungo il contorno del fondo, rotolo del profilo del serbatoio della parte centrale del fondo + + +

La prova di pressione idraulica dei serbatoi con tetti galleggianti o un pontone viene eseguita prima di installare le guarnizioni del cerchione.

 I test di un serbatoio di qualsiasi tipo vengono eseguiti in base al programma di test, incluso nel progetto di progettazione della struttura metallica e nel piano di esecuzione del lavoro.

 Il programma di test dovrebbe includere:

  • Fasi delle prove, che stabiliscono il livello di carico / scarico dell'acqua e i tempi di indurimento;
  • Tassi di pressione eccessiva e relativa sotto pressione, tempo di indurimento della prova;
  • Schema di ispezione visiva;
  • Richieste di misurazione dei parametri geometrici necessari degli elementi costruttivi del serbatoio e delle sue fondamenta;
  • Elaborazione dei risultati dei test, controllo dei calcoli (se necessario), rapporto finale sull'usabilità e regime operativo del serbatoio.

7.2.1. PROVE DI PRESSIONE IDRAULICA DI UN SERBATOIO

Nel corso della prova di pressione idraulica, il serbatoio viene gradualmente riempito con acqua fino al livello previsto. Il caricamento viene eseguito in più fasi con determinati intervalli di tempo, intesi per supervisionare il suo insediamento e lo stato dei giunti di saldatura e per eseguire altre misurazioni e ispezioni, previste dal programma di test.

 Se durante il test viene rilevata una perdita da sotto il bordo del fondo o nel primo anello del guscio, l'acqua viene completamente scaricata (rimossa). Se vengono rilevate crepe nelle giunture della conchiglia, l'acqua viene scaricata a un livello inferiore al difetto scoperto. Se il difetto appare nel 2 ° -6 ° anello, l'acqua viene rimossa fino all'anello di livello 1 per abbassare il difetto. Se il difetto appare nel 7 anello e superiore, l'acqua viene rimossa nel 5 anello. Dopo l'eliminazione dei difetti, il test continua.

I serbatoi per lo stoccaggio di materiali liquidi con una densità di massa superiore a quella dell'acqua, nonché i serbatoi, installati in siti senza disponibilità di acqua, possono essere testati con il prodotto stesso. Prima di tali prove, tutti i giunti di saldatura del guscio, del fondo, del tetto e delle piastre di passaggio / tubi di raccordo, nonché i collegamenti del guscio con il tetto e il fondo, devono essere sottoposti a prova di tenuta.

Il serbatoio riempito al livello previsto deve essere tenuto sotto carico entro il seguente periodo:

  • Serbatoio verticale in acciaio V≤10000 m³ - 24 ore;
  • Serbatoio verticale in acciaio V = 10000-20000 m³ - 48 ore;
  • Serbatoio verticale in acciaio V≥20000 m³ - 72 ore.

Si ritiene che il serbatoio superi la prova se non si verificano perdite sulla sua superficie ai bordi del fondo durante il periodo di prova, se il livello del prodotto di prova non diminuisce, se l'insediamento (affondamento) della fondazione e dello scantinato diventa stabile .

 Si consiglia di eseguire la prova di pressione idraulica a un livello di temperatura non inferiore a +5 ° С. Se la prova viene eseguita in inverno, l'acqua deve essere riscaldata o deve essere fornita la sua circolazione permanente in modo da impedire il congelamento nei tubi e nelle valvole a saracinesca e per impedire la formazione di ghiaccio nel guscio del serbatoio.

7.2.2. PRESSIONE / SOTTO PROVA DI PRESSIONE PER IL CORPO E IL TETTO DEL SERBATOIO:

Il tetto fisso di un serbatoio senza pontone viene testato per una pressione eccessiva con il serbatoio riempito al livello, che è inferiore del 10% rispetto al livello previsto, mantenendo il carico per 30 minuti. La pressione è fornita dal flusso d'acqua con tutte le piastre di passaggio del tetto ben chiuse. Nel corso del test viene eseguita l'ispezione visiva completa dei giunti di saldatura del tetto fisso.

 La stabilità del corpo del serbatoio viene verificata da una relativa pressione all'interno del serbatoio, riempita con acqua fino al livello di 1,5 m, mantenendo il serbatoio sotto il carico entro 30 minuti. La relativa pressione è fornita dallo scarico del prodotto liquido con tutte le piastre di passaggio ben chiuse. Se non vengono rilevati segni di instabilità (nessuna conserve, nessuna fibbia), si considera che i gusci e i tetti superino il test per la relativa pressione.

 La pressione eccessiva viene applicata al tasso del 25% più alto del livello pianificato, il relativo sotto pressione - Il 50% più alto del livello pianificato, se i documenti di progettazione non contengono altre richieste.

 Dopo aver eseguito il test di collaudo, non è consentito saldare elementi di costruzione al serbatoio. È possibile eseguire procedure di prevenzione della corrosione, isolamento termico e installazione di apparecchiature, come indicato nei documenti di progettazione.

 Dopo aver eseguito i test della pressione idraulica, è necessario valutare le condizioni tecniche effettive della struttura metallica, del basamento e della fondazione del serbatoio.

7.2.3. LE ESIGENZE DI BASE PER LA REALIZZAZIONE E L'ESECUZIONE DELLE PROVE:

Il collaudo finale di un serbatoio per la durabilità, la stabilità e la tenuta ermetica viene eseguito al termine di tutte le procedure di saldatura e assemblaggio, la qualità di tutti gli elementi costruttivi, comprese le giunture di saldatura, viene controllata e accettata dall'organizzazione di supervisione tecnica.

 Tutti i test vengono eseguiti secondo la tabella tecnologica, inclusa nel Piano di esecuzione del lavoro. La tabella tecnologica dovrebbe includere:

  • L'ordine e il regime della prova di pressione idraulica;
  • L'ordine e il regime dei test per l'eccessiva pressione e il vuoto;
  • Predisposizione di condotte temporanee per il carico e lo scarico dell'acqua con installazione di valvole di sicurezza e di intercettazione;
  • Pannello di controllo;
  • Requisiti di sicurezza del lavoro nel corso dei test.

La tubazione temporanea per il carico e lo scarico dell'acqua deve essere disposta al di fuori dell'area del terrapieno. Lo schema di scarico dell'acqua è elaborato per ogni caso particolare. Nel corso del test, l'acqua viene spesso pompata da un serbatoio all'altro, e dall'ultimo al serbatoio antincendio del corpo idrico temporaneo.

 Il diametro della tubazione per il carico e lo scarico dell'acqua dovrebbe corrispondere al livello stimato di efficienza delle operazioni di carico-scarico.

 Oltre allo schema operativo del flusso e dello scarico dell'acqua, dovrebbe essere previsto uno schema di scarico di emergenza nel caso in cui compaiano crepe sul corpo del serbatoio. A fini di emergenza, si consiglia di utilizzare una delle tubazioni del raccordo di erogazione dell'aspirazione e una tubazione tecnologica con una valvola al di fuori dell'area del terrapieno.

 È essenziale impostare e contrassegnare in modo speciale i segni di prevenzione e sicurezza ai confini della zona pericolosa per il periodo di prova. Se intorno al serbatoio è disposto un terrapieno o un guscio protettivo, questi sono considerati come il confine della zona di pericolo. Nel caso in cui il serbatoio sia installato senza terrapieno, i limiti della zona di pericolo sono determinati dal raggio, disegnato dal centro del serbatoio per la distanza pari a due diametri del serbatoio.

 Il collaudo viene svolto dall'organizzazione di assemblaggio accompagnato da rappresentanti del servizio di supervisione tecnica e supervisore della progettazione delle costruzioni. Al termine dei test, gli specialisti dell'installazione e il cliente ordinatore firmano un certificato (un atto) che indica la finitura dell'installazione delle strutture metalliche e l'accettazione del serbatoio per ulteriori procedure preventive di corrosione, l'installazione di attrezzature e altri lavori.

Construzione del serbatoio di stoccaggio
Per Ordinare